Arduino IDE 1.8.10 : Un occhio di riguardo alle disabilità visive!

Condividi questo articolo :

Parliamo sempre più spesso di globalizzazione tecnologica e Arduino in tal senso sta lavorando molto bene per rendere i suoi prodotti veramente accessibili a tutti. Circa una settimana fa è stata rilasciata la nuova versione di Arduino IDE, precisamente la 1.8.10, che migliora la navigabilità e l’usabilità del software agli utenti non vedenti e ipovedenti, grazie a centinaia di correzioni eseguite sul software.

Tutto questo è stato possibile grazie all’impegno di tutta la comunità e alla collaborazione del ricercatore Jim Schmitz che assieme a Tom Igoe (Co-fondatore di Arduino) è stato possibile correggere la maggior parte delle problematiche relative all’accessibilità che fino ad adesso erano presenti sull’IDE di Arduino. Tale aggiornamento migliora l’integrazione del tasto TAB per spostarsi tra i vari elementi.

Per attivare le impostazioni di accessibilità è necessario recarsi nelle impostazioni e spuntare la casella di controllo “Use accessibility features”.

Oltre a questa importante implementazione sono stati migliorati alcuni aspetti dell’interfaccia grafica con schermi di piccole dimensioni e ottimizzato il comportamento dell’IDE con la scheda collegata, nonché aggiunta l’ultima versione del firmware NINA per le schede che montano il medesimo processore.

Come indicato anche da Arduino, pensiamo che queste tecnologie non debbano essere per pochi eletti e in tal senso siamo sicuri che questo aggiornamento sia un buon inizio per rendere tutto questo accessibile a tutti.

Via : https://www.arduino.cc/en/Main/Software , https://www.arduino.cc/en/Main/ReleaseNotes

E voi che ne pensate di questo nuovo aggiornamento ? Scrivetecelo nei commenti! ❤️

Condividi questo articolo :

Redazione Filo Connesso

Redazione Filo Connesso

Siamo un gruppo di ragazzi appassionati di Informatica, elettronica e robotica. Abbiamo creato Filo Connesso per offrire materiale educativo e informativo dedicato ai nostri settori di interesse.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *