Wemos D1 Mini, è una soluzione migliore di Arduino+ESP01 ?

Condividi questo articolo :

Qualche mese fa, mentre cercavamo di trovare la soluzione per creare applicazioni domotiche stando attenti allo spazio e alla versatilità del cuore centrale che avrebbe gestito il tutto, ci siamo imbattuti nella Wemos D1 Mini, una schedina all-in-one con processore ESP8266.

Il Wemos D1 mini o il più diffuso Lolin D1 è un buon compromesso tra potenza, versatilità e dimensioni, la classica scheda a che a noi piace molto e con la possibilità di adattarla a tutte le applicazioni IOT di piccole e medie dimensioni. La scheda in questione ha un processore ESP8266, quindi con la possibilità di avere la connettività Wi-Fi, ma nonostante le piccole dimensioni a bordo troviamo una porta micro-usb per la programmazione e 11 pin in-out.

Acquistando la scheda avrete a disposizione assieme a quest’ultima vari set di headers da saldare, quest’ultima caratteristica permetterà di configurare le connessioni sul microcontrollore in base all’uso finale. Parlando ancora di caratteristiche fisiche, come detto in precedenza abbiamo un processore ESP8266 di tipo 12-F (vendor) da 160Mhz con connettività wifi 802.11 b/g/n e 16Kb di ram.

La scheda potete acquistarla da Amazon : https://amzn.to/2HTkhEl

Come tutte le schede programmabili che si rispettino anche con la scheda Wemos d1 mini abbiamo a disposizione molteplici shield e moduli aggiuntivi, molti delle quali è possibile farli funzionare contemporaneamente. Uno dei moduli aggiuntivi più interessanti è senza ombra di dubbio il controller per la ricarica e la gestione di alimentazione tramite batterie lipo e litio.

Purtroppo sulla scheda è disponibile solo un pin analogico, perciò la possibilità di utilizzare sensori analogici è molto limitata, tuttavia non è un problema enorme visto che è possibile sfruttare il canale i2c o i pin digitali. Sulla scheda sono disponibili anche un pin di uscita a 5v e un altro a 3.3v.

Su Amazon viene venduto, come la maggior parte delle schede ESP8266, come modulo per dare la connessione Wi-Fi ad Arduino, quando non è cosi. Il Wemos D1 e schede dello stesso form factor sono schede che a se stanti, sono microcontrollori veri e propri e non hanno bisogno di Arduino. Il Wemos D1 mini può essere programmato con l’Ide di Arduino e con le librerie ESP8266 che vengono usate per programmare l’ESP01.

Il fatto che sia una piccola scheda con una micro-usb e molti pin a disposizione la preferiamo molto di più a ESP01, eliminando tutti i problemi di spazio e di doppie programmazioni che si potrebbero avere con una scheda senza usb. Come detto prima, si programma con l’ide di Arduino e di conseguenza ci troveremo subito a casa per quanto riguarda la stesura del codice che dovrà girare su di essa.

La presenza del canale I2c permette di integrare molti sensori e componenti usando solamente 2 cavi, lasciando liberi tutti i pin in-out a disposizione.

E’ compatibile con Blynk e da adesso con il Maker Plan di Arduino è possibile programmarla direttamente con il Web Editor.

Che dite ci fate un pensierino per acquistarla ? Discutiamone nei commenti! ❤️

Valutazione della redazioneCPU e RAMConnettivitàAdatto ai neofitiShield aggiuntiveI2C e I2SNumero I/0
★★★★★
Dispositivo ottimo
CPU 1GHz Single Core, 512MB RamSi, Wi-Fi e BLE 4.1Praticamente un computer, ottimo e adatto per tuttiSiSi40

Condividi questo articolo :

Redazione Filo Connesso

Redazione Filo Connesso

Siamo un gruppo di ragazzi appassionati di Informatica, elettronica e robotica. Abbiamo creato Filo Connesso per offrire materiale educativo e informativo dedicato ai nostri settori di interesse.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *